Advertisement
Shitstorm

“Cercare il consenso degli analfabeti?”

Con un post Maturi (Lega) scatena gli hater contro l’assessore Lorenzini. Ma viene criticato. I Verdi: “Contenuti razzisti, valutiamo la denuncia”.
Advertisement

È il livello del dibattito politico di oggi, il contenuto di una campagna elettorale non ancora iniziata ufficialmente e che ha il Comune di Bolzano come obiettivo. Il dominus della Lega bolzanina, Filippo Maturi, a capo di un manipolo di fedeli consiglieri e militanti, ha affidato a facebook una foto nella quale l’assessora all’ambiente Marialaura Lorenzini stringe lo striscione assieme a un migrante alla manifestazione “L’Italia che resiste” (ieri). Scritto a mo’ di incitazione, il testo che accompagna l’immagine ha scatenato una ridda di commenti offensivi, tra cui però figurano anche le condanne per il gesto del deputato e consigliere comunale. Quella ad esempio di Luca Fazzi. “Filippo, non ti vergogni a compiere questi atti?”. “Valutiamo una denuncia per alcuni contenuti razzisti e per i gravi commenti offensivi” rispondono intanto i Verdi.

 

Il post, un’arma politica

 

Ieri, mentre i marciapiede di Bolzano erano inagibili per la neve, l’assessore alla mobilità Lorenzini era - insieme a una manciata di suoi compari - a manifestare sotto al Comune contro Salvini. Cosa vogliamo dire a questa gentile signora?

 

 

Questo il post di Maturi, largamente cliccato e condiviso, che lontano dallo stile “ciao amici” e Nutella del “capitano” Salvini ha concesso il microfono agli avversari politici dell’esponente della vituperata giunta Caramaschi. Invitandoli, come scrive la pagina Controinformazione Alto Adige-Südtirol, al linciaggio (mediatico). 

 

img_20190128_110400.jpg

Filippo Maturi, deputato e consigliere comunale a Bolzano, durante il presidio della Lega all’ex Alimarket lunedì 28 gennaio. La giunta Caramaschi è sempre nel mirino della Lega cittadina. Foto: salto.bz

 

Offese e contro-reazione

 

Il gesto del deputato ha in sostanza aperto il vaso di Pandora dell’odio online. Per Lorenzini le risposte che vanno dai vaffa agli epiteti offensivi, fino a cose peggiori. L’internet dei tranquilli utenti e dei leoni da tastiera è senza freni.

“I complimenti dei seguaci del parlamentare della repubblica Maturi, scritti in seguito al suo invito al linciaggio”, denuncia Controinformazione che pubblica i relativi screenshot. Il top lo raggiunge Pasqualino D’Alessio con, testuale: “Visto che molti di quei signori migranti vanno in giro a stuprare le nostre donne, le nostre ragazze, perché non li contenta uno a uno, evitando che vadano in giro a fare danni, ne ha di lavoro”. Segue l’invito di Marco Festi ad “andarsene in Africa a dirigere cammelli”. 

Caro Maturi mi sembra che in diversi commenti ci siano gli estremi per una segnalazione in Procura. Da giurista cosa ne dici? Come dobbiamo fare a procedere alla segnalazione? (Luca Fazzi)

Giocare con il fuoco dello shitstorm online non risparmia bordate all’autore del post. “Caro Maturi mi sembra che in diversi commenti ci siano gli estremi per una segnalazione in Procura - scrive il bolzanino Luca Fazzi, sociologo all’università di Trento -. Da giurista cosa ne dici? È responsabilità di fb toglierli o anche del titolare del profilo? Come dobbiamo fare a procedere alla segnalazione?”.

Davide Ventre - per questo bersagliato dai simpatizzanti leghisti - lo apostrofa: “Filippo, non ti vergogni a compiere questi atti? Tu sei consapevole del livello culturale dei tuoi elettori. Tu sei conscio che la pubblicazione di una foto del genere non può far altro che generare biechi e meschini commenti. È questo il modello di politica che ti piace? Cercare il consenso degli analfabeti? Troppo complicato cercare di persuadere un pubblico di cultura! Bisognerebbe informarsi, studiare e, soprattutto, sparare meno idiozie per convincere i dotti. Che pena”.

Filippo, non ti vergogni a compiere questi atti? Tu sei consapevole del livello culturale dei tuoi elettori. È questo il modello di politica che ti piace? Cercare il consenso degli analfabeti? Troppo complicato cercare di persuadere un pubblico di cultura! Bisognerebbe informarsi (Davide Ventre)

 

dsc_0045.jpg

Il gruppo provinciale dei Grüne-Verdi-Verc con Chiara Rabini, referente per i rifugiati del Comune di Bolzano. Il partito ha manifestato solidarietà a Marialaura Lorenzini e valuta denunce per i contenuti offensivi e razzisti dei commenti al post di Maturi. Foto: Grüne Verdi Verc

 

La risposta dei Verdi

 

In attesa della reazione dell’interessato giunge la presa di posizione dei Verdi di Bolzano, che ricordano in primis che l’assessora ha partecipato “nonostante gli impegni della giornata” alla “manifestazione nazionale promossa a Bolzano in piazza del Municipio contro contro le politiche disumane dell’attuale governo in tema di immigrazione, le morti in mare e la diffusione di odio e razzismo”.

I Verdi valuteranno una denuncia per alcuni contenuti razzisti e per i gravi commenti offensivi rivolti all’assessora Marialaura Lorenzini e ne chiedono l’immediata rimozione. Pieno sostegno all’Assessora e al suo lavoro per una società più giusta

“In merito ai post, foto, commenti ed inaccettabili attacchi successivamente apparsi sulla pagina facebook del parlamentare e consigliere comunale Filippo Maturi (Lega) - si legge -, i Verdi comunicano che valuteranno un’azione di denuncia per alcuni contenuti razzisti e per i gravi commenti offensivi rivolti all’assessora Marialaura Lorenzini e ne chiedono l’immediata rimozione. Pieno sostegno all’assessora e al suo lavoro e impegno per una società più giusta, umana e rispettosa che possa contrastare questo clima di odio e di intolleranza coltivato intenzionalmente da politici privi di rispetto per il confronto democratico”. La firma è delle portavoce Rosina Ruatti e Sonja Abrate, dei Verdi bolzanini e della referente per i rifugiati Chiara Rabini.

Advertisement

Bitte melden Sie sich an, um Kommentare zu verfassen.

Advertisement

Meistkommentiert

Gesellschaft
30
Gesellschaft
17
Gesellschaft
15

Meistgelesen

Gesellschaft
17
Wirtschaft
3
Gesellschaft
4
Politik
Politik

Mach mit!

Registrieren oder Anmelden