Ost West Club in der Passeirergasse
Ost West Club
Advertisement
Advertisement
Sviluppi

Ex Bersaglio, il giorno della svolta

C’è l’accordo: lo stabile meranese, oggetto di polemiche nei mesi scorsi, verrà condiviso dallo SCM e dall’associazione Sportiva Merano. Quale destino per l'Est Ovest?
Advertisement
Advertisement

L’ingarbugliata vicenda dell’Ex Bersaglio di Merano è stata sbrogliata. La notizia arriva oggi, 13 marzo: lo Sportclub Merano, e l’associazione Sportiva Merano, le cui posizioni sembravano irremovibili e insanabili fino a qualche mese fa, condivideranno gli spazi dello stabile meranese. Lo annunciano in conferenza stampa il sindaco Paul Rösch, l'assessora Gabriela Strohmer e l’assessore Nerio Zaccaria insieme al presidente dello SCM Karl Freund e al presidente dell’ASM Antonio Todaro.

 

Merano

Antonio Todaro (da sinistra), Karl Freund, Nerio Zaccaria, Paul Rösch, Gabriela Strohmer e Walter Taranto

 

L’impasse, lo ricordiamo, era dovuta al fatto che l’ex Bersaglio appartiene alla SCM, donato ai tempi dalla giunta provinciale guidata da Luis Durnwalder. La donazione, tuttavia, era vincolata alla concessione di spazi all’ASM. 

 

La parola fine

 

“Siamo lieti che dopo lunghe trattative, che poche settimane fa parevano ormai giunte a un punto morto, sia stato possibile trovare un’intesa - dice il sindaco Rösch, ringraziando tutte le parti coinvolte compresa l’amministrazione provinciale “che ha fatto la propria parte per porre rimedio agli equivoci sorti con la donazione dell'immobile, avvenuta durante il governo Durnwalder. Insieme abbiamo colto un obiettivo fantastico per Merano”.

È la conclusione di una storia che, dopo l’iniziale fallimento delle trattative - con conseguente ritirata di Rösch e del club Est Ovest che è ancora alla ricerca di una nuova sede -, aveva scatenato appena prima di Natale un certo tumulto non solo fra le associazioni ma anche sul piano politico con lo scontro diretto Svp-Verdi, e la miccia era stata proprio il “dietrofront” del primo cittadino.

 

La polemica

 

In questo scenario il boccone amaro tocca ancora al club Est Ovest che, precisa il direttivo su Facebook, è stato tenuto all’oscuro circa i contenuti dell’accordo raggiunto dagli attori in campo. La speranza è che ora il sindaco Rösch mantenga l’impegno di trovare un’altra sede (l’ipotesi avanzata è quella del Macello Civico) per l’associazione. 

 

 

Cosa accade ora

 

All’associazione Sportiva Merano andrà l’area demaniale (palazzina compresa) situata all’incrocio fra via Caserme e via Palade e attualmente utilizzata dall’ASM Bike Team. “Questo impegno ci ha convinto ad accettare la proposta dello Sportclub. Presso l'ex Bersaglio potremo disporre - in forma di comodato per 99 anni - di spazi per una superficie complessiva di 100 metri quadrati e potremo utilizzare la sala riunioni” spiega Todaro.

La priorità, per l’amministrazione comunale, è quella di sostenere i lavori di risanamento dell’ex Bersaglio, edificio ormai fatiscente. Si saprà di più nelle prossime settimane ma si parte dall’ipotesi, avanzata già lo scorso anno, di un finanziamento, da parte del Comune, di 1,5 milioni di euro. Secondo quest'idea iniziale in cambio l’amministrazione avrebbe ottenuto il diritto di superficie di una parte del ristrutturato stabile per un periodo di diversi decenni. In tal modo si sarebbe potuta offrire una sistemazione anche al Club Est Ovest. “Ho già parlato a riguardo con il presidente Erwin Seppi - riferisce Rösch -. La disponibilità, da parte dell’associazione culturale, a trasferirsi all'ex Bersaglio era già stata confermata lo scorso anno, quindi sono fiducioso che anche in questo caso sarà possibile trovare un accordo in tempi brevi”. 

 

Advertisement

Weitere Artikel zum Thema...

Cristina Kury
Südtirolfoto/Othmar Seehauser
Bersaglio-Gebäude
Heimatschutzverein Meran
Ost West Club in der Passeirergasse
Ost West Club
Herbergsuche

Lost West

Advertisement
Advertisement
Advertisement